Vedo blue.

tessmatozza_blue

Io credo che ci sia un colore per ogni stagione.
Dal 21 Giugno il colore che comanda è il blue.
Il blue dell’estate diventa più profondo, come il fondale del mare di Polignano.
Diventa più omogeneo e opaco, come lo smalto modello Blue Rebel di Chanel.
Diventa più carico, per contrastare con l’arancio dell’ombrellone, il bianco delle case, il rosa delle mie flip flop.
Io lo cerco un pò dappertutto e mi piace fotografarlo, quasi che la mia galleria diventa una mini paletta di Pantone che salta dal Blue Alice al Blue di Persia.
La simbologia dei colori dice che: “Il colore blue è il simbolo della calma, della tranquillità e dell’equilibrio.”
Quando è l’ora del tramonto, i bagnini mettono a posto le sdraio e non ci sono più castelli di sabbia a riva, il mare si muove lento ed è lì che il blue infonde tutta la tranquillità e la calma a chi, come me, ama questo momento più di ogni altro.
Così come amo il blue delle righe quando si combina al bianco per creare pattern sailors.
Il blue della mia Puglia, che ha un’anima che sprigiona questo colore riversandolo sulle barche attraccate al porto, sulle spiagge della litoranea Adriatica, nel cielo che anche con le nuvole non perde la propria brillante cromia.
Il blue delle porte e dei portoni, segnate dai solchi del legno.
Il blue delle orchidee, uno dei miei fiori preferiti.

Ricordando i tempi in cui ero bambina e vedevo la cassetta della Sirenetta sento che questa frase mi appartiene ancora: “Oh Sebastian, è più forte di me, mi piace troppo il mare!”

TM

tessmatozza_blue

3 thoughts on “Vedo blue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.