Cenerentola in Rosso Valentino.

Ha perso la scarpetta di cristallo, Cenerentola, e invece di cercarla, ha deciso di prendere la gemella spaiata e cederla in cambio di un paio di Louboutin rosso Valentino.
E niente principe, niente mezzanotte e nessuna carrozza. Ognuno ha la sua favola.
Questa qui parla di Martini bianco, incontri fugaci e decolletè.
E il lieto fine è togliersi i tacchi con il dolore ai piedi, un numero scritto a penna sulla mano e una brioche da riscaldare il giorno dopo a colazione.
Tutta colpa di quelle scarpe:
rosse come lo stampo di un bacio sulla guancia, come un lecca lecca alla fragola, come la luna durante l’eclissi.
Anche il mio armadio è macchiato di rosso, perchè ogni donna merita un paio!
Sono riposte nella scatola, con il loro tacco 12, rettangolare e il camoscio morbido, e ogni volta che le vedo mi sembrano così semplici ed eleganti che basta indossarle per essere già abbastanza.
Perchè la decolletè è una donna raffinata, dal profumo dolce e i capelli color grano.
E io sogno ancora il mio Mister Big che me ne porge una, inginocchiato, in una grande cabina armadio bianca. Meglio di qualsiasi anello di diamanti.
Ma difatti Mister Big non è un principe, ma un facoltoso economista sfuggente e misterioso.
E quindi non restano che loro.
Di rosso e di amore. Di mappa della città sotto la suola e di dancefloor.
Di abiti in pizzo e camicie di velo. Di rossetto rosso in tinta. Di segno di labbra sul bicchiere e di sigarette spente con la punta. Di caviglie sottili e uomini che cascano ai piedi.
Di femminilità che solo un paio di decolletè sanno regalare.

TM

tessmatozza_redshoes

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.