Di blu e di Jeans.

E’ come un jolly durante una partita a carte, come l’acqua durante un pasto qualsiasi, come gli orecchini di perle.
Il jeans è quel pezzo che bisogna avere sempre; nell’armadio, nella valigia per le vacanze, che sia estate o inverno.
E’ quello che presti all’amica che ha macchiato la gonna, che indossi velocemente per andare a comprare l’insalata del pranzo, quello che con una camicia bianca e un paio di Manolo non sbaglia mai un colpo neanche in mezzo a mille lunghezze di chiffon e luccichii vari.
Tra le sfumature di blu, le forme larghe modello boyfriend o quelle così troppo strette, con i risvoltini o stile Capri.
Sembra che i jeans sui giornali vanno e vengono ma nel nostro cuore ci sono sempre, e anche nel guardaroba.
In ogni caso quest’anno tra maxi dress, minigonne che sanno di Italia 90 e Geri Halliwell, e salopette: di jeans, di blu e di casual ne sono piene le riviste, le vetrine e le buste all’uscita del negozio in centro.
L’altro giorno li ho contati e sui miei ripiani ce ne sono circa 12. Perché come la cioccolata nella variante peperoncino o arancia anche per i jeans quando esce un modello nuovo è un must have e allora viene piegato in quattro e portato a casa.
Per arrivare a 14 basta una gonna al ginocchio con fila di bottoni a chiusura sul davanti, di colore blu scuro e una maxi camicia patchwork.
Dalla strada alla passerella è pollice in alto per il jeans.

TM

tessmatozza_jeans

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.