Hai i pom pom sui piedi.

tessmatozza_pompom

Un paio di anni fa avevo dei sandali gladiator color cuoio che ho messo in ogni valigia, abbinato a qualsiasi outfit, consumato e consunto cercando comunque una buona scusa per considerarli ancora ben messi. Poi li ho buttati. E la nostra storia d’amore è finita così, da un giorno all’altro, alternando momenti in cui ricordavo quanto li avessi amati a momenti in cui la mia repulsione per il demodè mi faceva rinnegare qualsiasi cosa li riguardasse. E così il mio armadio per le estati a venire ha cambiato ospiti e amanti. Ma quest’estate 2016 è successo qualcosa. Sono tornata a mettere i lacci attorno alle caviglie. La colpa è sempre dell’odore del cuoio, inebriante più di quanto per voi possa essere quello della benzina. Ma quest’estate c’è dell’altro, ci sono i pom pom. Quando da piccola arrivava la fiera nella mia città io mi fermavo sempre allo stand del Perù per i pom pom colorati. Per i tappeti lavorati a mano, i cappelli con le treccine che cadono lungo le orecchie, le agende intagliate, i poncho come dei grossi triangoli caleidoscopici ed ovviamente per i  pom pom. Poi senza preavviso mi sono ritrovata con ai piedi dei pom pom fuxia, gialli, verdi e i lacci attorcigliati alle caviglie. Poi senza preavviso è riscoppiato l’amore. Poi senza preavviso sono di nuovo le mie scarpe preferite. Poi senza preavviso non ci sono piedi dallo smalto bianco e la pelle abbronzata che non  li indossino. I miei piedi sicuramente preferiscono rimanere discretamente chiari, nonostante gli sforzi, ma con un massa di pom pom che sbucano a destra e a sinistra. Che poi l’estate è fatta per le atmosfere californiane che ci fanno sentire sempre come se fossimo in pieno Coachella, con le margherite in testa, l’abito di pizzo bianco e i sandali colorati. Mi hanno detto “Hai dei pom pom sui piedi” e io ho sorriso felice come una bambina.

TM

tessmatozza_pompom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.